Il giardino e lacqua

Anno/Year 2009
80 pagine/pages
100 illustrazioni/illustrations.
20x20 cm.
ISBN 978 88 3384 120 5
16.00





Condividi la scheda di questo libro




Il giardino e l'acqua

L’acqua e il giardino, un binomio dalle molteplici valenze. Il liquido elemento è, infatti, indispensabile alla sopravvivenza del verde, e allo stesso tempo arricchisce con la sua presenza spettacolare lo scenario di parchi e giardini quasi sempre arricchiti da mille zampilli di scenografiche fontane.
Nel pensiero simbolico l’acqua è indissolubilmente legata al giardino e nelle acque del mito, isole perdute custodiscono giardini dalle suggestioni arcane.
Gli specchi d’acqua riflettono i colori del cielo e divengono linfa vitale per la Terra.
L’acqua è la principale protagonista dei giardini. Acqua e giardini appaiono legati in modo indissolubile fin dall’antichità. Il giardino dell’Eden era, infatti, solcato da quattro fiumi che l’irrigavano perpetuamente. L’acqua sgorgava dall’Albero della Vita, posto al centro del giardino.
A cominciare dal XVI secolo l’acqua, in una cornice fantastica e simbolica, invade i giardini, affiorando da rustiche rocce, innalzandosi con arabeschi di zampilli da allegoriche fontane, penetrando con lieve mormorio in oscure grotte, scorrendo come un lungo nastro argenteo che sfiora pietre, sculture e fiori. Ma accanto a questa funzione scenografica l’acqua, intrecciandosi in un magico connubio con l’elemento terra, penetra con lieve mormorio in oscure grotte, ne dilava le pareti e aziona capziosi meccanismi, che muovono automi, producendo mirabili suoni.
 

Saggi
Paola Maresca, L’acqua, simboli, giardini

Graziano Ghinassi, Tessa Matteini, Le acque di Versailles
Maurizio Oddo, Acqua, giardini, progetto
Silvia Mantovani, Acqua e nuovi paesaggi urbani

Anna Lambertini, L’orizzonte verticale del giardino