E le acque si calmarono

Anno/Year 2016
110 pagine/pages
160 illustrazioni/illustrations.
17x24 cm.
ISBN 978-88-99695-26-2
15.00



Condividi la scheda di questo libro








E le acque si calmarono

 

A cinquant'anni dall'alluvione il restauro dei libri ebraici della Biblioteca Nazionale e dell'antica biblioteca ebraica fiorentina

A cura di
Amedeo Spagnoletto e Milka Ventura

Contributi di
Renzo Funaro, Giuseppe Viterbo, Joseph Levi,
Liana Elda Funaro, Dora Liscia Bemporad,
Amedeo Spagnoletto, Ida Zatelli, Simona Periti,
Piero Scapecchi, Rachel Sarfati, Gisella Guasti

«E le acque si calmarono: יָּשֹׁ֖ כּוּ הַמָָּּֽ יִם»


–––––––––––––––––––––––––––––––––––––
MOSTRA
–––––––––––––––––––––––––––––––––––––
27OTT | 27GEN
Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze
Ingresso Via Magliabechi, 2


INAUGURAZIONE
L'evento avrà inizio giovedi 27 ottobre alle ore 15,30 con una tavola rotonda con vari interventi di noti studiosi e infine rav. Amedeo Spagnoletto presenterà la mostra.
Alle 17,30 avrà luogo l'inaugurazione della mostra con i saluti istituzionali delle Autorità e dei presidenti degli Enti organizzatori.


Sono migliaia i volumi che fanno parte del grande patrimonio librario e documentario della Comunità ebraica fiorentina colpito dallʼalluvione del 1966.
Esattamente cinquantʼanni dopo, molti di quei volumi - che si trovano prevalentemente a Roma e versano in gravi condizioni - torneranno nel capoluogo toscano recuperati e valorizzati per iniziativa della Fondazione per i Beni Culturali Ebraici in Italia insieme alla Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze -con il contributo determinante dellʼEnte Cassa di Risparmio di Firenze- e saranno protagonisti di una mostra - promossa e coordinata da Renzo Funaro e Silvia Alessandri - che si inserisce nelle iniziative per il “Cinquantenario dellʼAlluvione fiorentina”.
Si tratta di “unʼoccasione importante, che permette di riportare permanentemente a Firenze il patrimonio librario della Comunità ebraica collocandolo in una sede prestigiosa”, ha affermato il presidente della Fondazione Dario Disegni. Luca Bellingeri, Direttore della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, ha aggiunto: "questa iniziativa rappresenta anche un importante momento di indagine e riflessione su una delle pagine meno note dei devastanti effetti dell'alluvione di cinquanta anni fa". Alle opere provenienti dal patrimonio librario e documentario della Comunità ebraica fiorentina si affiancheranno incunaboli e cinquecentine, oltre a molte edizioni antiche alluvionate e restaurate presenti nei fondi della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.