Nel segno di Cosimo

Anno/Year 2019
172 pagine/pages
25 illustrazioni/illustrations.
15x21 cm.
ISBN 978-88-3384-054-3
19.00




Condividi la scheda di questo libro







Marzia Cantini

Nel segno di Cosimo

Viaggio intorno all’uomo che divenne
primo Granduca di Toscana

A cura di Marzia Cantini

Prefazione di Eugenio Giani

Scritti di: Giovanni Cipriani, Leonardo Rombai, Emanuele Masiello, Eugenia Valacchi, Jennifer Celani, Francesco Martelli, Francesca Funis, Carlotta Paltrinieri, Stefano Calonaci, Lorenzo Allori

Un anno particolarmente significativo questo 2019, durante il quale Firenze ha voluto celebrare, con numerose iniziative, il quinto centenario della nascita di Cosimo I de’ Medici, primo Granduca di Toscana.
Cosimo (1519-1574), figlio di Giovanni dalle Bande Nere, discendente da un ramo cadetto della famiglia Medici, e di Maria Salviati, discendente per via materna dal ramo principale di quel casato, giunse al potere in giovanissima età e, grazie ad una tempra certamente fuori del comune, riuscì a consolidare ed accrescere il suo potere ottenendo l’ambito riconoscimento di granduca.
In questo viaggio intorno “all’uomo Cosimo” quel che emerge, al di là degli stereotipi ormai ben definiti, è l’ecletticità e la sete di conoscenza che lo contraddistinsero e che gli consentirono, attraverso una lungimirante visione politica a carattere europeo, di dare inizio ad una dinastia ereditaria che governerà la Toscana sin quasi alla metà del XVIII secolo”.

Il Cinquecento a Firenze segna, dopo alterne vicende, il definitivo ritorno al potere dei Medici che, attraverso il giovane Cosimo I, costruiranno con tenacia e perseveranza quello Stato territoriale che corrisponde, seppure a grandi linee, alla Toscana odierna.
Firenze, debitrice riguardo alla famiglia Medici di gran parte del proprio inestimabile patrimonio storico artistico, ha voluto celebrarne il quinto centenario della nascita con numerose iniziative e questi scritti di numerosi ed esperti autori sono un contributo aggiuntivo alla sua conoscenza. I saggi raccolti in questa pubblicazione scaturiscono dagli interventi dei relatori della giornata di studi NEL SEGNO DI COSIMO che, organizzata dal Lions Club Firenze Cosimo de’ Medici con il supporto dei quindici Club della 1a Circoscrizione del Distretto Lions 108 La, si è tenuta il 6 giugno 2019 nella Chiesa dell’Educatorio del Fuligno.
 

 






Marzia Cantini. Nata a Empoli si è laureata presso l’Università degli Studi di Firenze, Facoltà di Lettere e Filosofia, con una tesi - I Giardini nella storia di Firenze. Un esempio di recupero nel cuore della città: il Giardino Mozzi Bardini - che intreccia storia, paesaggio e urbanistica.
Dopo essersi occupata, all’interno del Comune di Firenze, di arredo e immagine urbana (Percorso Brunelleschiano, Restauro e riqualificazione di Piazza Santa Maria Novella, Concorso 3 Piazze per Firenze in collaborazione con l’Ordine Architetti delle Province FI-PO-PT ecc.) è entrata a far parte del SERVIZIO BELLE ARTI E FABBRICA DI PALAZZO VECCHIO che segue le manutenzioni e i restauri dell’immenso patrimonio monumentale comunale.
In questa veste ha progettato e diretto una serie di importanti restauri, tra cui ricordiamo: la Colonna San Zanobi in Piazza San Giovanni, il Monumento a Dante Alighieri in Piazza Santa Croce, gli Obelischi di Piazza Santa Maria Novella, la Colonna della Croce al Trebbio, la Colonna della Giustizia in Piazza Santa Trinita nonché gli Apparati decorativi delle Sale Monumentali del Teatro della Pergola (Sala Oro, Sala delle Colonne, Atrio e nuova biglietteria).
Fanno parte di questo percorso lavorativo anche il restauro e il ripristino funzionale di numerose fontane monumentali quali: la Fontana dello Sprone, la Fontana della Loggia del Grano, il Monumento e fontana a Giovanni dalle Bande Nere, il Monumento fontana a Benvenuto Cellini sul Ponte Vecchio, la Fontana di Santo Spirito, il Tabernacolo delle Fonticine e la Fontana di Santa Croce.
E’ autrice di articoli e saggi tra cui ricordiamo: “La cinta muraria di Firenze” nel catalogo della mostra Lucca e le mura. Itinerari del Risorgimento (2011), “FIRENZE. Monumento a Dante Alighieri” nella pubblicazione edita dal MiBAC in occasione dei restauri per le commemorazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia (2012), “Il monumento a Benvenuto Cellini sul Ponte Vecchio. Una fontana restituita alla città” (2014) ed ha curato la pubblicazione “La Colonna della Giustizia in piazza Santa Trinita. Storia e restauro”, presentata al Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze 2018.
Nel giugno 2019, dietro incarico del Lions Club Firenze Cosimo de’ Medici con il supporto dei quindici Club della 1a Circoscrizione del Distretto Lions Toscana 108La, ha effettuato il coordinamento scientifico e l’organizzazione della giornata di studi “Nel segno di Cosimo” in occasione delle celebrazioni per i cinquecento anni dalla nascita del primo Granduca di Toscana.
Sempre nel 2019 ha svolto un’ampia consulenza ed ha redatto il complesso della comunicazione interna per il nuovo Museo de’Medici a Firenze.