Il metodo massonico  come percorso di perfezionamento individuale

Anno/Year 2018
224 pagine/pages
45 illustrazioni/illustrations.
17x24 cm.
ISBN 978-88-99695-69-9
€20.00



Condividi la scheda di questo libro







Daniele Gasparetti

Il metodo massonico come percorso di perfezionamento individuale
Considerazioni sul rituale di passaggio a Compagno dell’Arte

Questo libro propone un’interpretazione del “Rito massonico di passaggio a Compagno dell’Arte” come modello della scienza pedagogica, che si svolge con una precisa formazione ed un pratico metodo di lavoro, per invitare a percorrere con il proprio passo il “cammino iniziatico”.
Dal “sapere” (le conoscenze teoriche) dell’Apprendista, al “saper fare” (le competenze pratiche) del Compagno, per continuare poi con il “saper essere”, cioè il modo in cui si mette in campo il sapere, del futuro Maestro Libero Muratore.
Quel che farai dipende da quel che sei e se avrai preponderanti in te bontà e bellezza, porterai bontà e bellezza intorno a te.
Lavorerai sempre su te stesso per realizzare il tuo Tempio interiore. Lavorerai anche con i Fratelli per realizzare la costruzione del Tempio comune, con fiducia, entusiasmo, ottimismo.
Ti avvicinerai ad argomenti di studio di diversa natura e su questi temi ti dovrai confrontare. Il Rituale racchiude simbologie profonde, che devono rappresentare per te motivo di meditazione, per poterne ricavarne stimoli di ricerca a te congeniali, ovvero quegli insegnamenti che, assimilati, ti condurranno sulla strada della Maestranza Muratoria.
La nostra speranza è che persisterai nelle virtù che fino ad ora hai dimostrato di possedere e che auspichiamo si rafforzeranno ulteriormente in te.

La Libera Muratoria ti offre l’apprendimento di un’Arte, l’Ars Latomorum, che alcuni di scuola alchemica denominano Arte Reale, indicando con ciò la sua trascendenza filosofica e metafisica e facendo trasparire nello stesso tempo il lavoro spirituale iniziatico che occorre compiere per giungere alla perfezione dell’Arte. L’Ars latomorum è una via di perfezionamento per consentire di raggiungere la saggezza, del tutto umana, che conduce alla ricerca della verità e del bene e rafforza le singole volontà ed è nel contempo una disciplina di crescita spirituale di origine esoterica, di ricerca della divina Sapienza, il cui studio e pratica necessitano di conoscenze particolari. Dovrai avere ben chiari la simbologia, il linguaggio e le regole prima di poter cominciare a capire. Ti sarà dato accesso ad un mondo culturale molto vasto. Ti sarà offerto un metodo efficace che ti permetterà, attraverso il lavoro introspettivo, di spezzare le pesanti schiavitù dei vizi in favore delle numerose virtù che tu possiedi, che ciascuno di noi possiede, e che sono assopite sotto la coltre dell’abitudine, da cui spesso è impossibile distinguere il buono dal resto. Chi sei tu, realmente?
Aderendo a questa “Scuola di Vita” potrai sperimentare un modo di essere e di esistere... potrai riuscire a compiere un vero e proprio processo di trasmutazione del tuo io, arrivando a purificarlo dalle numerose tentazioni, miraggi e superstizioni che normalmente ci legano alla materia e alle nostre scadenti sicurezze. Potrai giungere ad una maggior conoscenza di te stesso per cambiare, in meglio. L’Ars Latomorum è un processo di cambiamento, un’evoluzione di emozioni, pensieri e comportamenti.
Dovrai ristrutturare e, molto spesso, anche demolire per ricostruire secondo i principi dell’Arte.
 






Daniele Gasparetti - Studioso fin da giovanissimo della storia delle religioni, con particolare attenzione al cristianesimo, orienta poi i suoi studi alla filosofia ed ai misteri dell’anima, seguendo studi junghiani.
È un deciso difensore della libertà di pensiero.
Il suo principio ispiratore è che “tutti possano fare della propria vita un’opera d’arte”, compiendo in sé la propria straordinaria ed unica vocazione individuale, con semplicità e amore.
Scrittore e disegnatore per passione.
Massone per stile di vita.
Altre sue opere sono il romanzo “La Loggia del convento” e il tascabile “L’Apprendista Libero Muratore” in altre edizioni.