Donatella Dreoni e Riccardo Cecioni, nati e vissuti in Firenze, si sono incontrati nel ’59 per un caso fortunato e da allora non li ha separati nessuno se non un cancro ai polmoni e al cervello che, geloso della loro intimità, si è voluto portar via Donatella.
Entrambi hanno frequentato non contemporaneamente il liceo-ginnasio Dante dove hanno seguito il corso di studi classici che li ha formati e introdotti nel meraviglioso mondo del pensiero. Successivamente Donatella ha seguito corsi di studio all’Istituto Statale d’Arte di Porta Romana e alla Scuola Ortofrenica di Pistoia conseguendone i diplomi, potendo così intraprendere la carriera di professoressa in materie artistiche specializzata come insegnante di sostegno per ragazzi cerebrolesi e gravemente menomati. Riccardo ha superato l’esame di Stato e ha aperto uno Studio di Consulenza del Lavoro.
Hobbies di entrambi: osservazioni notturne con telescopio fintanto che la luminosità della città l’ha consentito, storia delle religioni, disegno e pittura a olio, musica sinfonica e leggera, nuoto subacqueo, viaggi.
Sono entrati a far parte della Libera Muratoria: Riccardo nel ’64 e Donatella nel ’69, raggiungendo l’uno il massimo e ultimo Grado e l’altra il penultimo. Si sono dedicati con passione e zelo ai cosiddetti Studi Tradizionali sia in piena autonomia che in collaborazione.

 

Tutti i libri di Riccardo Cecioni
Scritti di un Libero Muratore

Accettando di aderire alla Libera Muratoria ogni neofita deve essere conscio di cosa ha fatto e di cosa lo aspetta nel cammino che ha voluto affrontare, oltre alle spese comuni delle quali deve accollarsi la propria parte come qualunque altro iscritto: non sarebbe giusto che accettasse a scatola chiusa l誕ppartenenza a tale Istituzione iniziatica. Con questa breve raccolta di scritti proseguo il...
   16.00

Sotto gli auspici di Minerva
Scritti di Libera Muratoria
Ecco qui svelati tutti i misteri sulla Libera Muratoria: misteri che non esistono altro che nell段mmaginario comune alimentato solo da una crassa e generale ignoranza sull誕rgomento: ignoranza che alimentata dalla medesima ignoranza in un giro vizioso, come il cane che si rincorre la coda. Certo la stampa non ha contribuito a chiarire il fatto e si compiaciuta di tirare solo l誕cqua al propri...
   20.00