Giuseppe Conti laureato in Matematica e professore associato di Istituzioni Matematiche e Modelli Matematici per le Applicazioni presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze. Insegna anche Analisi matematica I e II al Corso di Laurea di Ingegneria Meccanica dell’Università di Firenze
E’ autore di numerosi libri di testo per l’Università.
I suoi campi di ricerca sono la geometria combinatoria e l’analisi funzionale non lineare e applicazioni della matematica nei settori dell’architettura, della musica dell’economia e della fotogrammetria. Nel 2002 ha vinto il premio internazionale Pirelliward (Premio Pirelli) per la divulgazione scientifica tramite internet. Ha tenuto convegni in numerose Università nazionali ed estere e in varie istituzioni culturali.

Giuseppe Conti holds a degree in Mathematics and is Associate Professor of Mathematical Institutions and Mathematical Models for Applications in the Department of Architecture, University of Florence. He also teaches Calculus I and II at the Department of Mechanical Engineering, University of Florence.
He is the author of numerous textbooks for the University.
His fields of research are Combinatorial Geometry, Non-linear Functional Analysis and Application of Mathematics in Architecture, Music, Economics and Photogrammetry. In 2002 he won the international award, ‘Pirelliward’, (Pirelli Prize) for online scientific publication. He has taken part in conferences at many Italian and foreign universities and cultural institutions.Pubblicazioni /Publications: Numeri complessi e integrali, Firenze 1988; Geometria analitica dello spazio, Firenze 1988; Geometria analitica dello spazio e spazi vettoriali¸ Firenze 1995; Trigonometria e vettori, Firenze 1996.
Coautore/Coauthor): Fotogrammetria, Rimini 1994; La Cupola di Santa Maria del Fiore raccontata da colui che l’ha progettata: Filippo Brunelleschi”, Livorno 2005.
Articoli/articles (coautore/coauthor): A Nonlinear Boundary-Value Problem for Multivalued Differential System, Modena 1990; Controllability problems via set-valued maps: Proceedings of the International Symposium on the mathematical theory of Networks and System, Japan 1991; Cupola di Santa Maria del Fiore Tra ipotesi e realtà, Bologna 2005.

Tutti i libri di Giuseppe Conti
LENEE
Confessione di dama (Da una novella di Giovanni Boccacio) Per lo giusto disdegno
Quale rapporto ha lo scrittore con la sua citt? Come vi collabora? Industrioso cittadino, attento all誕ttivit politica, studioso nel Liceo, pronto alla guerra e dedito all誕rte, questa l段mmagine ideale che proviene alle nostre democrazie dall誕ntica Grecia. Un modello che si ripropose nella Firenze umanistico rinascimentale sortendo un discreto effetto di civilt universalmente ricono...
   12.00  

Discorso su Andrea del Castagno (1421-2021)

Il racconto della vita di Andrea del Castagno non svolto in maniera scientificamente biografica, ma si tiene conto della tradizione critica, e della rilettura di tante sue opere, del mondo che gli fu affine, del contesto nel quale visse e oper, per immaginarsi di rendere al lettore l段mpronta, quasi un controluce, di questo grande protagonista della pittura italiana. Si tiene conto soprattutto ...
   12.50

I ponti di Firenze
Passeggiate fra storia, geometria, curiosit
L訴dea di scrivere questo libro prende spunto dalle 撤asseggiate matematiche sui lungarni fiorentini, organizzate dal prof. Conti con la collaborazione della dott.ssa Sedili. Queste passeggiate si sviluppano attraverso i lungarni che si trovano fra il Ponte a San Niccol e il Ponte della Vittoria. I ponti e i lungarni fiorentini sono molto cambiati nel corso dei secoli; inoltre, alcuni degli att...
   26.00

Lode della citt di Firenze di Leonardo Bruni
Commento introduttivo e traduzione
Perch riproporre la lettura di Leonardo Bruni? Le risposte potrebbero essere tante, quella dell誕utore chiara. Dare senso alla propria tradizione e scommettere sui valori di quell置manesimo fiorentino che irrinunciabilmente appartengono alla storia della citt. La domanda allora un誕ltra: serba ancora valore quel mondo e merita ammirarlo? Che senso ha parlare di tradizione, a cosa pu servire...
   8.80