Bruno Di Porto è nato a Roma nel 1933. Ha narrato le peripezie di fanciullo, con la famiglia, per non esser preso e morire ad Auschwitz. Ha studiato al Liceo Tasso e si è laureato in Lettere e Filosofia, con tesi sulle minoranze religiose nel Risorgimento, relatore Alberto M. Ghisalberti, correlatore Vittorio Giuntella. Ha insegnato in scuole secondarie. Ha poi diretto la Domus Mazziniana in Pisa ed ha insegnato, dal 1983, all’Università di Pisa, fino alla quiescenza, Storia del giornalismo e Storia contemporanea. Ha militato nel Partito repubblicano ed ha svolto studi sulla democrazia repubblicana, in sfondi italiani e internazionali. Altri suoi principali filoni di studio sono stati la storia del giornalismo e la storia degli ebrei in Italia, egualmente con sfondi internazionali. Interessato alla Bibbia, cura un commento settimanale. Coopera al dialogo ebraico-cristiano ed interreligioso. Fa parte del comitato scientifico della “Rassegna Mensile di Israel”. Pubblicista, ha anche diretto, fino ad oggi, il piccolo periodico “Hazman Veharaion - Il Tempo e L’Idea”. In campo ebraico, alla generale frequentazione religiosa e comunitaria ha affiancato la convinzione ideale e l’impegno per la corrente o denominazione progressiva, di cui tratta in questo libro. È sposato, ha figli e nipoti, che gli danno soddisfazioni. Vive presso Pisa, trascorre periodi nel verde della Tuscia Viterbese.

Tutti i libri di Bruno Di Porto
Il movimento di Riforma nel contesto dell脱braismo contemporaneo
La presenza in Italia
Ogni civilt, ogni religione, a ben guardare, si articolata in gruppi e correnti diversi, salvo a mantenere carattere comuni di fondo. Cos stato per l脱braismo, la cui preservazione, tra tanti travagli, si dovuta principalmente alla tradizione farisaica, ricca di discussioni. La corrente ebraica di Riforma, sorta, da premesse illuministiche, nell弾t dell弾mancipazione, non dissente dalla t...
   18.00