Patrizia Mello, nata a Lecce, si interessa di storia, teoria e critica del progetto contemporaneo, di architettura e di industrial design, argomenti su cui svolge attività didattica e di ricerca con pubblicazione di numerosi articoli e saggi, organizzazione di convegni e incontri di studio.
Dal 2013 al 2015, presso il Dipartimento di Architettura di Firenze, ha tenuto il seminario Firenze e le avanguardie Radicali. Progetti, azioni, super-visioni, oggetti extra e ha curato la mostra omonima presso “Le Murate. PAC - Progetti Arte Contemporanea” di Firenze. Nel 2015 il seminario si è svolto presso il Museo del Novecento.
Tra le sue pubblicazioni ricordiamo in particolare Progetti in movimento. Philippe Starck, Festina Lente, 1997. L’ospedale ridefinito. Soluzioni e ipotesi a confronto. Aart International, Aalto, Colboc, CSPE, Fainsilber, Groupe 6, Ito, Koolhaas, Le Corbusier, Nouvel, Reichen & Robert, Sottsass, Petre-Souchet, Riboulet, Vasconi, Zublena, Alinea, 2000; Metamorfosi dello spazio. Annotazioni sul divenire metropolitano, Bollati Boringhieri, 2002; Ito digitale. Nuovi media, nuovo reale, Edilstampa, 2008; Design Contemporaneo. Mutazioni, oggetti, ambienti, architetture, Mondadori Electa, 2008.

Tutti i libri di Patrizia Mello
Neoavanguardie e controcultura a Firenze
Il movimento Radical e i protagonisti di un cambiamento storico internazionale
A partire dalla met degli anni Cinquanta, dopo anni di sviluppi e contraddizioni del progetto razionalista, vengono poste le basi per una vera e propria rivoluzione del modo di concepire lo spazio abitato dall置omo. Da pi parti nel mondo nascono movimenti di pensiero che contribuiscono alla messa in discussione del progetto di stampo moderno ordinatore delle funzioni umane. Dalla Beat Generatio...
   24.00