Marco Mendogni, nato a Parma il 18 maggio 1953, è storico d’arte per diletto; benché di formazione umanistica, i suoi studi universitari e la professione si sono sviluppati nel settore delle scienze matematiche e fisiche applicate. Alcuni suoi articoli di Ricerca Operativa sono stati pubblicati o citati su riviste e testi universitari specialistici; ma è nel campo letterario che la sua passione per la Storia, la Natura e l’Arte ha trovato modo di esprimersi.
Il suo primo romanzo, L’allegoria del terzo braccio (Modena 2004), narra le vicende di Arduino, vassallo di Matilde di Canossa, imperniate tra la Modena del duomo di Lanfranco e Wiligelmo (delle cui sculture vengono fornite alcune interpretazioni), e l’Appennino dei castelli e delle pievi. Dopo una raccolta di brevi racconti, intitolata Tre Novelle (Bologna 2005), Mendogni ha dato alle stampe un secondo romanzo, Oi Romanoi (Rastignano – BO – 2008), il cui titolo riecheggia l’ambientazione in età bizantina della trama, che ha come muti personaggi la basilica di San Vitale in Ravenna e i suoi mosaici.
Dopo i lavori sopra citati, è maturato in Mendogni il momento di presentare il risultato dei propri studi in un saggio, Giannozzo e il rebus della tavola di Urbino (Firenze 2013), nel quale formula un’originale e documentata ipotesi sulla genesi e sul significato del dipinto La Flagellazione di Cristo di Piero della Francesca. Ha pubblicato con Pontecorboli Editore: La Veneranda pittura della Vera Croce di Piero della Francesca, 2019 e MATER MEA DULCISSIMA di Wanda Benatti, 2022.

 

 

Hola

Tutti i libri di Marco Mendogni
La Veneranda pittura della Vera Croce di Piero della Francesca

Il volume si propone di fornire una lettura, per quanto possibile fedele ai significati originali, del ciclo di affreschi di Piero della Francesca in Arezzo, che riproduce su nove pannelli episodi della Storia della Vera Croce e, sul decimo, l但nnunciazione. A tal fine si sono presi in esame esclusivamente testi e situazioni presumibilmente noti ai ォmirifici arteficiサ del ciclo stesso, siano essi...
   16.80  

MATER MEA DULCISSIMA di Wanda Benatti

Il presente volume non un testo critico sul dipinto da cui prende il titolo, e neppure ha lo stile, spesso eccessivamente specialistico, di molti opuscoli su opere di artisti viventi, pubblicati in occasione di loro esposizioni. Si pu, invece, definire il resoconto, tra saggio e diario, delle esperienze vissute e degli studi intrapresi dall但utore dopo essersi imbattuto, quasi per caso navigand...
   20.00