Camilla Testi, milanese, dopo studi classici e studi musicali presso il Conservatorio Giuseppe Verdi della sua città ha scelto la strada del giornalismo, lavorando come libera professionista per diverse testate (tra le altre, Il Mondo, l’Unità, Italia Oggi, Marie Claire).
Nel 1994 si è trasferita a Parigi, dove ha conseguito una maîtrise in lettere moderne alla Sorbonne con una tesi sui Souvenirs della pittrice Elisabeth Vigée-Lebrun (1755-1842). Ha poi svolto attività di traduttrice dal francese, soprattutto per la casa editrice Einaudi, e di lettrice per la Feltrinelli.
È presidente della Fondazione Enrico Piceni, intitolata al nonno materno e nata con l’obiettivo di valorizzare l’attività del noto critico d’arte e teatrale, collezionista, traduttore, capoufficio stampa Mondadori negli anni della “Romantica”, della “Medusa”, dei primi “Gialli”.
Attualmente vive tra Milano e Parigi e si occupa degli archivi di famiglia, comprendenti, tra l’altro, le carte e i libri appartenuti al padre compositore e musicologo Flavio Testi.
Ha scritto Flavio Testi, un compositore nel Novecento. Musica, teatro, incontri anche nell’intento di ripercorrere, da una prospettiva inconsueta, una stagione ben precisa della musica italiana, quella del secondo Novecento. Una stagione definitivamente conclusa, sulla quale occorre però ritornare per capire meglio l’arte e la cultura di oggi.

Tutti i libri di Camilla Testi
Flavio Testi un compositore nel Novecento
musica, teatro, incontri
Costruito sul filo dei ricordi, dei racconti e spulciando fra le carte lettere, articoli, recensioni, programmi di sala , questo libro mette in luce le tappe salienti di una lunga vita tra le note, espressione di quella fase della nostra cultura che va dagli anni effervescenti della ricostruzione, nel secondo dopoguerra, all段nizio del nuovo millennio. Nel continuo rimando dalla piccola alla gr...
   18.80