Il sasso di Einstein

Anno/Year 2021
70 pagine/pages
illustrato/illustrated
9x12 cm.
ISBN 9788833841080
9.50

Utilizzando il codice sconto 2021 potrai usufruire di uno sconto del 5% su tutte le pubblicazioni. Per ordini superiori a 20,00 spedizione gratuita.





Condividi la scheda di questo libro



Piero Nissim

Il sasso di Einstein
Piccole poesie dedicate a grandi nomi

 Chiusi come siamo nei confini della nostra lingua, poco ne sappiamo dei cognomi delle altre civiltà, eppure persino dalla Bibbia ci sono arrivati segnali che nel tempo hanno perso la loro forza evocativa che avevano nella lingua ebraica. C’è da perdersi: basti il soprannome di Giacobbe che gli fu dato da Elohim in persona: Yisrael e che vuol dire “perché hai combattuto con Dio e con gli uomini e hai vinto” e da cui prese il nome la nazione delle dodici tribù: Israele. E addirittura Adamo, il progenitore, il cui nome vuol dire “Argilla” con la quale fu creato.
Piero ha colto la magia dei cognomi che ha tradotto e ai quali ha dedicato poesie chiarificatrici della personalità del battezzato, e penso che, da dove vattelappesca sono, non possono che essergli grati.
Vito Taverna

Sommario e indice dei nomi
7 Nomi e cognomi di Vito Taverna
11 Nomen omen di Piero Nissim

15 Un sasso, dedicata a Albert Einstein
16 La gioia, dedicata a Sigmund Freud
17 Il giovane, dedicata a Gustav Jung
18 La casa del richiedente, dedicata a Bruno Bettelheim
19 Il sarto, dedicata a Marius Schneider
20 Teresa, dedicata a Teresa D’Avila
21 Il bel monte, dedicata a Arnold Schönberg
22 Agita lancia, dedicata a William Shakespeare
23 Il ruscello, dedicata a J. Sebastian Bach
24 Ambra, dedicata a Leonard Bernstein
25 La pescatrice, dedicata a Espedita Fisher
26 Batuffolo, dedicata a Pina Bausch
27 Il cantore, dedicata a Isaac B. Singer
28 Pan di mandorle, dedicata a Benoit Mandelbrot
29 Persona, dedicata a Fernando Pessoa
30 La rottura, dedicata a Max Bruch
31 La saggezza, dedicata a Nazim Hikmet
32 Canti, dedicata a Lisetta Carmi
33 Selvaggio, dedicata a Oscar Wilde
34 Pirata, dedicata a Margherita Hack
35 La radice, dedicata a Jean Racine
36 Il prato verde, dedicata a Jaques Prevért
37 La vita amara, dedicata a Maksim Gor’kij
38 La collana, dedicata a Jean de La Fontaine
39 Degli angeli, dedicata a Friedrich Engels
40 Il domatore, dedicata a Ludwik Lajzer Zamenhof
41 Il carpentiere, dedicata a Bob Dylan
42 La forza dell’eremita, dedicata a Amos Oz
43 La grazia, dedicata a Chiara Frugoni
44 Figlia di chi?, dedicata a Emily Dickinson
45 Lo steccatore, dedicata a Oskar Schindler
46 Più lontano, dedicata ad Alex Langer
47 Il monte del tonno, dedicata a Greta Thunberg
48 Buono come i dolci, dedicata a Danilo Dolci

49 Una nota di Alfonso Maurizio Iacono
53 Miracoli
55 Appendice
63 Una lettera di Andrea Amerio e Maria Pace Ottieri
65 Rigraziamenti
67 L’autore

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 






Piero Nissim (Lucca, 1946), musicista (dai suoi esordi nel Canzoniere Pisano e poi nel Nuovo Canzoniere Italiano ai nuovi concerti di canti yiddish), burattinaio (una delle due anime del Teatro “Crear è bello”), scrittore e poeta (Premio De Andrè - Poesia 2012), vive vicino a Pisa.
Queste le sue più recenti pubblicazioni: 
Per un Paese Civile. Poesie della Legalità, Mds Editore 2015, prefazione di Alessandro Golinelli, postfazione di Furio Colombo, con una nota finale di Fratel Arturo Paoli e Con l’anima e con gli occhi. La poesia della Valgraziosa, Edistudio, 2017, presentazione di Giovanni Nardi, nota critica di Edda Conte.
In questi ultimi due anni si è dedicato alla poesia in vernacolo pisano e ha pubblicato (anche in omaggio a Renato Fucini) due libri di sonetti: Prima i Pisani!, Edistudio, 2019, prefazione di Leonardo Coen, postfazione di Renzo Castelli e A’ tempi der Corona, Ctl Editore, 2020, presentazione di Roan Johnson, postfazione di Lorenzo Gremigni.
Nel 2014 ha ricevuto il Premio Paolo Borsellino (sez. Cultura) e nel 2015 il Premio Montale Fuori di Casa.
     
Contatto: piero.nissim@gmail.com