Nicoletta Manetti, fiorentina, ha svolto per ventisette anni la professione di avvocato. Il suo romanzo VICO (SoleOmbra, 2015) è stato finalista ai premi Giovane Holden 2017, Rive Gauche 2017 e Città di Arce 2020. Ha pubblicato racconti in diverse antologie, tra le quali La scia nera a cura di Marco Vichi (TEA, 2019) e in riviste, tra cui la rivista proustiana «La rechérche». Ha curato con Roberto Mosi Sinfonia per San Salvi, Ed. Il Foglio, 2020.
Per la poesia ha vinto vari premi con la silloge Confidenze a un canarino e pubblicato in Luci Sparse, Ed. Pagine, 2020; sulla rivista «L’Area di Broca» a cura di Mariella Bettarini e sul sito: www.poetipoesia.com.
Fa parte del “Gruppo Scrittori Firenze” e della giuria del relativo premio letterario. Con il GSF ha partecipato alle antologie Accadeva in Firenze Capitale, Ed. Carmignani, 2021 e Gente di Dante, Ed. Tabula Fati, 2021. Ha curato l’antologia Le sconfinate – da Antigone ad Amy Winehouse, Ed. Carmignani, 2022. Ha pubblicato, nel giugno 2022 con Pontecorboli, Anja e Dostoevskij a Firenze e nel maggio 2023, D.H. Lawrence e Frieda a Firenze.
 

 

 

 

 

 

 

Hola

Tutti i libri di Nicoletta Manetti
Anja e Dostoevskij a Firenze

Fёdor e la giovane moglie Anja soggiornano otto mesi a Firenze, dal novembre 1868 al luglio 1869, quando la citt Capitale. Lui ricorda un suo precedente soggiorno nell誕gosto del 1862 con l誕mico Strachov: ricorda la bellezza, il sole, i prezzi abbordabili e le riviste russe al Gabinetto Vieusseux. Trova una Firenze totalmente diversa, straripante di gente, piovosa e con i prezzi alle st...
   11.50

D.H. Lawrence e Frieda a Firenze
L誕mante di Lady Chatterley
Pi volte D.H. Lawrence, nel suo continuo viaggiare, da solo o con la moglie Frieda, soggiorna a Firenze. Qui scrive poesie poi inserite in Birds, beasts and flowers. Qui ambienta le pagine pi belle de La verga di Aronne. Ma, soprattutto, qui scrive L誕mante di Lady Chatterley. Lo scrive sulle colline, a Villa Mirenda, dove i Lawrence vivono, tra una fuga e l誕ltra, per ben due anni. Un lavoro ...
   14.00

Gertrude Stein e Alice B. Toklas a Firenze
Rose is a rose is a rose is a rose
Gertrude, la sacerdotessa del cubismo, e Alice, la musicista dalle belle mani e i grandi orecchini. Due donne innamorate di Firenze e delle sue colline, proprio qui si sono dichiarate il loro amore. Diversissime, ma uguali: entrambe americane di origine ebraica e tedesca, appassionate di arte e cultura, tanto da supplire alla scarsa avvenenza con ben altra bellezza che le riempie e totalizza. Ger...
   14.60