Umorismo fiorentino 1910-1912

Anno/Year 2009
72 pagine/pages
40 illustrazioni/illustrations.
14x21 cm.
ISBN 9788888461854
€8.90



Condividi la scheda di questo libro







Altre pubblicazioni di Raol Vittorio Sticcer
365 modi di dire alla fiorentina
“Pupurrì” fiorentino

Raol Vittorio Sticcer

Umorismo fiorentino (1910-1912)

Ecco il remake di un giornaletto fiorentino, di carattere popolare, illustrato con gusto da xilografie, infarcito di doppi sensi, di maliziose allusioni, e di satira anticlericale; un remake che, mediante selezionata campionatura, ripropone uno ‘spaccato’, circoscritto ma saporoso, degli abituali usi e costumi della Firenze minore degli inizi degli anni Dieci del Novecento.

Non si tratta certo della scoperta di sorprendenti novità, bensì della documentazion e sui generis e della constatazione, in chiave sarcastica, dellacornice ambientale quale si presentava agli occhi dei nostri nonni ed entrola quale si compiva il loro percorso terreno; non molto diversa da quella attuale, ma forse, più ‘ruspante’ e anche più provinciale, meno massmediatica e globalizzante, regolata allora come adesso da una sostanziale, antica verità: il mondo ha sempre e comunque girato intorno al corpo delladonna, che è stata, e continua ad essere, la protagonista dominante.






Raol Vittorio Sticcer

Nonostante il cognome apparentemente straniero (o anagrammato?), l’autore è un fiorentino autentico, solitamente affaccendato in faccende diverse da quelle riguardanti il parlato popolare; ma alquanto compiaciuto di usare ancora, quasi quotidianamente, tanti ‘modi di dire’ desueti, La sua età anagrafica è tale da avergli consentito di ascoltare direttamente molti dei ‘modi di dire’ dalle vive voci di simpatici concittadini incontrati nelle strade, nelle trattorie, fra i banchi dei mercati, nelle botteghe artigiane d’Oltrarno, in qualche ‘salotto’ più o meno letterario.