Le rivoluzioni in architettura

Anno/Year 2006
116 pagine/pages
illustrato/illustrated
22x22 cm.
ISBN 978 88 88461 23 x
€19.70



Condividi la scheda di questo libro







Altre pubblicazioni di Delfo Del Bino
Urbanistica che passione
Città o aree metropolitane? Il caso Firenze
Tempo, città, architettura
Decostruttivismo e Architettura
Chiesa e Massoneria
Gli iniziati di Kronos
Il Caso Massoneria
Massoneria e società
Quale mistero?
Virgilio
Impresa, rendita, finanza
Libertà
La Verità
Firenze, quei maledetti anni Quaranta
Il tempo, i volti, i luoghi
25 luglio ’43: l’orgoglio di ritrovare se stessi

Delfo Del Bino

Le rivoluzioni in architettura
Il percorso dell'architettura dall'ordine aristocratico di Vitruvio alla verità della forma di Michelucci

Non potevo dimenticarmi di Michelucci. Per lui il bello è verità e la verità è da cercare con l’anima, nell’anima. Nessuna concessione alla forma come gusto, come moda, come tendenza, come mezzo per allinearsi e restare nel branco, come modo di interpretare l’attualità.
Per lui progettare era ogni volta un’avventura che si svolgeva insieme alla ricerca dell’ordine giusto per risolvere un problema pratico. Né terminava lì: era l’inizio di una discesa nella profondità dell’oggetto in gestazione prima di portarlo alla luce.
Non posso nascondere il fascino del personaggio Michelucci, non facile nei rapporti personali, ma gradevole ed eccitante nei rapporti con gli studenti.
Di lui mi ha affascinato la fecondità delle idee, la facilità con cui riusciva a trasformare l’immagine ch’era possibile farsi di un oggetto, quel vederci dentro qualcosa che poteva essere l’inizio di una nuova avventura o di una scoperta. Per noi studenti un oggetto era una ben determinata cosa, per lui ne potevano essere mille.
Eppure, in quella insospettabile varietà di immagini costruite con tanta facilità, non c’era nulla di gratuito. Egli traeva la sua ispirazione dalla vita, e alla vita si affidava per le sue verifiche. Nulla che alla vita fosse estraneo riusciva a occupare la sua mente.
Su Michelucci architetto e docente ha prevalso il desiderio di una testimonianza viva dello spirito con cui ha operato da uomo innamorato del suo mestiere e tormentato dal costante timore di non averlo esercitato nel migliore dei modi. Tentare di illustrare le sue idee di architetto e di uomo, è stato un faticoso tornare indietro nel tempo, rinverdire ricordi che si stavano spegnendo, ma che avevano lasciato un profondo solco nel mio modo di vedere il mondo, l’architettura e la città.






Delfo Del Bino, architetto fiorentino nato nel 1923.  Dal 1989 ha lasciato la facoltà di architettura ove  reggeva la cattedra di Igiene Ambientale. Da allora  si è dedicato principalmente alla libera professione,  senza abbandonare del tutto gli studi ambientali e  interessandosi assiduamente ai problemi dell’urbanistica  e dell’architettura. Si è prevalentemente  dedicato alla progettazione e alla realizzazione di  edifici per la residenza e per le attività produttive,  questi ultimi legati al commercio e alle funzioni direzionali.  Si è anche impegnato nella realizzazione di  due ospedali e, con alterne vicende, in alcune progettazioni  e realizzazioni urbanistiche.  Durante la sua lunga attività ha avuto occasione di  partecipare a commissioni locali nelle vesti di tecnico  dell’edilizia e dell’urbanistica, e a commissioni  nazionali nell’ambito del sistema sanitario e di  quello internazionale del trasporto su gomma. In  quest’ultimo dando il proprio contributo ad alcune  iniziative quali il “Quadrante intermodale” veronese  e il centro stradale fiorentino dell’Osmannoro, sulla  cui realizzazione è intervenuto direttamente.  Ha pubblicato con LEF e con Alinea Editrice, alcuni  testi sul riuso edilizio con particolare attenzione  agli aspetti igienici e al benessere ambientale. Recentemente  ha pubblicato con l’Editore Pontecorboli  un racconto intitolato Virgilio, un omaggio postumo  a una vita vissuta in un continuo susseguirsi di  sofferenze, timori e speranze. Sempre con l’editore  Pontecorboli, ha pubblicato: Tempo, città, architettura,  Le rivoluzioni in architettura, Urbanistica che  passione e Città o aree metropolitane - Il caso Firenze,  che descrivono il faticoso intrecciarsi nel tempo dei  problemi dell’architettura e dell’urbanistica.