FIRENZE Le chiese e gli oratri scomparsi

Anno/Year 2016
256 pagine/pages
160 illustrazioni/illustrations.
14,8x21 cm.
ISBN 978 88 99695 00 2
Ä19.70



Condividi la scheda di questo libro







Altre pubblicazioni di Matteo Cosimo Cresti
Divagazioni intorno al tema carne
Líarchitettura nel cinema di fantascienza
Decorazioni fantastiche nelle architetture dellíArt Nouveau e del Modernismo
Architettura e decorazione nella Toscana del Novecento

Matteo Cosimo Cresti

FIRENZE Le chiese e gli oratÚri scomparsi

Quando una ricerca ottiene il risultato di colmare una lacuna storiografica, finora rimasta negletta, vuol dire che la ricerca stessa si distingue quale contributo di particolare importanza e valore. È questo il caso della metodica e accurata indagine sulle chiese e sugli oratòri scomparsi, condotta da Matteo Cosimo Cresti, avente come obiettivo la ‘costruzione’ quanto mai opportuna, di un esauriente, attendibile libro, frutto di un paziente, capillare scavo in un imponente materiale documentario e bibliografico; un libro, un copioso repertorio di notizie, finalizzato all’arricchimento culturale, che aggiunge una significativa ‘tessera’ mancante all’ampio mosaico storico di Firenze.






 

Matteo Cosimo Cresti
Matteo Cosimo Cresti – Laureato in Architettura presso l’Università di Firenze, è Dottore di Ricerca in Composizione Architettonica; è attivo nell’ambito della progettazione dell’architettura, della museografia, dell’interior design.
E’ professore di ruolo di Storia dell’Arte e Disegno, ha insegnato nella Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze e nell’Università Internazionale dell’Arte di Firenze.
Ha tenuto lezioni e conferenze in Italia e all’estero e curato l’allestimento di esposizioni temporanee. E’ autore di pubblicazioni riguardanti la storia dell’architettura e la cultura del progetto; ha collaborato con saggi e articoli alle riviste “La Nuova Città”, “Materia”, “Area”, “Architettura & Arte”.
Tra le sue pubblicazioni: Anatomia della Settecentesca Cappella Feroni nella chiesa della Santissima Annunziata a Firenze (1995), Gottfried Semper tra precetto e progetto (1995), La “Macchina lignea dell’Addolorata: esiti di devozionalità controriformistica ed echi di barocchismi nella Firenze del Settecento (1997), Considerazioni sul presente e sul futuro dei musei progettati da Carlo Scarpa (2005), Decorazioni fantastiche nelle architetture dell’Art Nouveau e del Modernismo (2010), L’architettura nel cinema di fantascienza (2010), Inserimenti scultorei e integrazioni cromatiche nell’architettura toscana dal basso medioevo al XX secolo (2014).