Antropologia delle forme simboliche

Anno/Year 2012
280 pagine/pages
100 illustrazioni/illustrations.
14,8x21 cm.
ISBN 9788897080466
€22.50




Condividi la scheda di questo libro







Altre pubblicazioni di Vinicio Serino
L’umanità a tavola
Il Mediterraneo
Le sette sataniche fra mito e realtà
Le pandemie
Natura, femminino e antiche culture mediterranee
Breve storia antropologica sulle origini della medicina
I sette peccati capitali
Jung e l’archetipo della Grande Madre
Cupole nel tempo e nello spazio
La gola
Lussuria
Invidia

Vinicio Serino

Antropologia delle forme simboliche

Un testo per analizzare le forme simboliche, in un’ottica che considera questa fondamentale capacità dell’Uomo sia dal punto di vista della natura che della cultura. Il lavoro è diviso in sei parti: la prima introduce al tema del simbolo attraverso le nozioni di base, con l’illustrazione delle diverse teorie di C. G. Jung, di G. Durand, di C. Peirce. Dalle nozioni di base comincia quindi un lungo viaggio intorno all’Uomo, alle sue attività espressive, al suo essere appunto animale simbolico, un viaggio che comprende le prime manifestazioni significanti di “arte preistorica”, tra le quali lo straordinario “caso” delle c.d. Veneri evocatrici di vita, rappresentazioni della Grande Madre. Il passaggio successivo è dedicato alla grande rivoluzione agricola che, accanto alla fondazione del modello produttivo dei coltivatori e degli allevatori, elabora un complesso immaginario nuovo, fatto non solo di simboli, ma anche di miti, di ritualità codificate, di pratiche religiose. Emblematiche, le vicende della Gens Etrusca e di quella Romana. Dopo Roma, col Cristianesimo, l’immaginario simbolico si arricchisce grazie alla grande capacità di sintesi contaminante delle precedenti culture pagane espressa dalla Nova Religio. Soprattutto, coi suoi edifici di culto, in particolare le Cattedrali. L’esempio che viene proposto è quello del Buono e del Cattivo Governo realizzato, nella prima metà del XIV secolo, da Ambrogio Lorenzetti nel Palazzo pubblico di Siena con la funzione di “manifesto politico” che illustra, attraverso la forza delle immagini, le principali virtù civiche, unitamente ai vizi nei quali possono facilmente cadere governanti e governati. Da Siena poi un’ulteriore forma simbolica, molto più complessa e difficile da intendere perché istituzionalmente riservata a pochi, quella del messaggio ermetico impresso, alla fine del XV secolo, sul pavimento della Cattedrale dell’Assunta, per illustrare il c.d. Cammino delle Sibille. Il libro si chiude con la scansione delle diverse forme espressive umane, tracce, segni, immagini, analogie, simboli, allegorie, esoteroi topoi.

 

 

Sommario
7  Parte I – Anthropos
9    1. Un discorso intorno all’Uomo
15   2. Alle origini, la socialità (e la cultura)
21   3. Formazione del simbolo: l’intuizione
27   4. Formazione del simbolo: immagine e immaginario, tra Aristotele e Giordano Bruno
33   5. Jung e gli archetipi
39   6. Durand e l’immaginario
47   7. Durand, lo scrutinium di G. Bruno e lo stimolo-mezzo di L.S. Vygotskij
55   8. Simbolo è convenzione per C. Peirce
59   9. “Ogni cultura può essere considerata come un insieme di sistemi simbolici”

61   Parte II – Percorsi dell’immaginario
63   1. Corporeità e costruzione simbolica
67   2. Corpo, spazio, tempo
71   3. Cooperazione, corporeità, copulazione ... e cognizione
79   4. Parola e simbolo
83   5. Alle origini del linguaggio
87   6. Rappresentare: il caso dei Cro-Magnon
91   7. Il caso delle “Veneri”

97   Parte III – Dei, uomini, città
99   1. Grandi Madri e agricoltura: il tempo della Dea
105   2. Kurgan ed i patriarcato
109   3. Miti
113   4. Cogitazioni
119   5. Cosa è il sacro
123   6. Antiche culture italiche: il caso della Gens Rasenna
133   7. Architettura e simbolo: la lezione di Roma

141   Parte IV – Cristianesimo e contaminazioni culturali
143   1. Simboli e storie sacre cristiane: spazio e tempo nella Cattedrale
159   2. La voce della Cattedrale

173   Parte V – Arte di governo e bene comune
175  1. Messaggi politici e allegorie
179  2. Ambrogio Lorenzetti e il Cattivo Governo
187   3. Valori e virtù per governanti e (soprattutto) per governati

199   Parte VI – Ermetismo e sentieri iniziatici
201   1. Vie iniziatiche e forme simboliche
207   2. Forme simboliche, conoscenze “altre” e un “bizzarro” operaio
215   3. Una “veritade ascosa sotto bella menzogna”
225   4. “Di retro al sol”
229   5. Ermete tre volte grandissimo contemporaneo di Mosè e di ... Ario
233   6. Un primo, un secondo, un terzo Dio
239   7. Su di un colle accidentato
245   8. Comprendere il messaggio


249 Conclusione
267 Bibliografia
273 Indice dei nomi
277 Indice dei luoghi

 

Recensione di Irene Battaglini:
http://www.polimniaprofessioni.com/rivista/anthropos-signore-nel-regno-della-forma/






Vinicio Serino, antropologo, socio della Società Italiana di Antropologia ed Etnologia, dall’anno accademico 1992-1993 insegna discipline appartenenti all’area delle scienze umane e sociali presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Siena. è docente di antropologia presso la Scuola di Psicoterapia Erich Fromm di Prato, Scuola abilitata dal M.I.U.R. alla istituzione di corsi di specializzazione in psicoterapia. Nel corso degli anni accademici 2017-2018 e 2018-2019, ha tenuto corsi di “Antropologia delle forme simboliche” presso l’Accademia di Belle Arti di Roma.
Dall’anno 2008 programma ed organizza corsi di formazione professionale per conto delle aziende sanitarie della Toscana su tematiche socio-antropologiche relative al rapporto Uomo/salute. è autore di oltre ottanta pubblicazioni a stampa. Conduce attività di analisi, studio e ricerca intorno al rapporto Uomo, corpo, salute; alle diverse funzioni cognitive umane, e segnatamente alle capacità intuitive; ai meccanismi, culturali e neuro-biologici che presiedono alla formazione simbolica. è stato Vice Presidente della Fondazione Sistema Toscana, ente di comunicazione multimediale integrata per la promozione e lo sviluppo del territorio toscano.