Natura femminino  e antiche culture mediterranee

Anno/Year 2016
72 pagine/pages
14 illustrazioni/illustrations.
12x19 cm.
ISBN 978-88-97080-98-5
€7.80



Condividi la scheda di questo libro







Altre pubblicazioni di Vinicio Serino
L’umanità a tavola
Il Mediterraneo
Le sette sataniche fra mito e realtà
Le pandemie
Antropologia delle forme simboliche
Condizione umana e origine della socialità
Breve storia antropologica sulle origini della medicina
I sette peccati capitali
Jung e l’archetipo della Grande Madre
Cupole nel tempo e nello spazio

Vinicio Serino

Natura, femminino e antiche culture mediterranee

L’archetipo della Grande Madre, come sapeva bene C.G. Jung, attraversa l’intera storia dell’umanità, fin dalle remote epoche della Signora di Catal Höyük, la potente dea delle genti anatoliche, in quei luoghi dove nacque l’agricoltura, la più importante rivoluzione della nostra specie. La sua presenza – niente affatto discreta – si ritrova ancora, in pieno Medioevo, con la Madonna, Vergine e Madre, Figlia del suo Figlio, e nella potenza espressiva dei suoi tratti simbolici.
E l’archetipo non muore mai …






Vinicio Serino, antropologo, insegna presso l’U­niversità degli Studi di Siena e presso la Scuola di Psicoterapia E. Fromm di Prato (Scuola rico­nosciuta dal MIUR). Ha tenuto short courses di antropologia presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. è nell’Editorial Board del Journal of Biological Research e membro del comitato scientifico della rivista Domes and Cupolas. è componente del Comitato tecnico-scientifico del Polo Universitario Grossetano.
È autore di oltre ottanta pubblicazioni socio-an­tropologiche tra le quali Antropologia delle forme simboliche, Siena segreta-Ricerche antropologiche intorno ad antiche culture, L’umanità a tavola-Visioni del mondo e culture alimentari, Breve storia antropologica sulle origini della medicina. Mali antichi e antichi rimedi, Natura, femminino e antiche culture mediterranee, Le pandemie-Evoluzione storico-antropologica: dalla peste di Atene alla spagnola”.
Conduce ricerche intorno al rapporto Uomo, corpo, salute; alle diverse funzioni cognitive, e segnatamente all’intuizione come acquisizione di conoscenza che prescinde dal ragionamento logico-argomentativo; ai meccanismi, culturali e neuro-biologici, che presiedono ai processi di formazione simbolica.