Alchimia magia e astrologia nella Firenze dei Medici

Anno/Year 2012
256 pagine/pages
197 illustrazioni/illustrations.
14,8x21 cm.
ISBN 978-88-97080-43-5
€19.60



Condividi la scheda di questo libro







Altre pubblicazioni di Paola Maresca
Simboli e segreti nei giardini di Firenze
Orti e piante magiche
Boschi sacri e giardini incantati
Giardini incantati, boschi sacri e architetture magiche
Giardini e delizie
Giardini, mode e architetture insolite
Giardini, donne e architetture
Giardini simbolici e piante magiche
Storie, segreti e personaggi nei giardini della Toscana
Allegorie e meraviglie nei giardini d’Oriente
Il giardino classico francese dal XVII al XVIII secolo
Giardini di Firenze
Labirinti e giardini filosofici
La Cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze
Erbe e piante delle dee, regine, alchimiste e maghe
Giardini e principesse
Giardini tra fantasia e immaginazione

Paola Maresca

Alchimia, magia e astrologia nella Firenze dei Medici
Giardini e dimore simboliche

Prefazione di Luigi Zangheri

Si deve in gran parte alla famiglia Medici la rinascita quattrocentesca del paganesimo antico e il successivo prosperare di studi ed interessi che faranno di Firenze nel Rinascimento un importante centro di cultura ermetica. I Medici, infatti, grandi mecenati, fin da subito s’impongono sullo scenario europeo per i grandi interventi artistici e architettonici che, sotto una fulgida celebrazione del potere, nascondono anche insondabili segreti e occulti simbolismi. Fino dagli inizi della dinastia medicea architetture e giardini fanno da sfondo e cornice a conversazioni colte nel segno di un rinnovato interesse verso la cultura ermetica. Di pari passo con il definirsi del potere mediceo si assiste ad un crescendo di studi volti a riscoprire l’antica sapienza pagana, che avranno poi, attraverso il mecenatismo mediceo e l’opera dei maggiori umanisti, una cosУ grande fioritura a Firenze e in seguito in tutta Europa.
Paola Maresca, che ha sviluppato il suo interesse per il simbolismo nell’architettura a contatto diretto con Eugenio Battisti, recupera ora con grande passione figure di spicco quali furono i com8 ponenti della famiglia Medici, e li evoca nel loro contesto umano e territoriale, e quindi anche nei loro giardini, ovvero nei paesaggi culturali da loro formati o vissuti. Un’impresa notevole assolta con la disponibilità di un archivio iconografico eccezionale tale da far invidia ad una fototeca di un grande istituto, unito ad una raffinata biblioteca sull’arte del giardino. Meritavamo comunque questo studio se si condivide l’affermazione di Alexandre Dumas che i Medici “han fatto per la gloria del mondo quello che nessun principe, re o imperatore abbia mai fatto prima di loro o farà mai in futuro”. D’altra parte il pregio del volume di Paola Maresca consiste nel fatto che nella illustrazione dei protagonisti non si dimentica il ruolo internazionale avuto da loro nel campo della politica, dell’economia, dell’arte, della letteratura e delle scienze, per sottolineare i loro interessi più privati per la botanica, l’etologia, l’idraulica, le arti plastiche, la topiaria, l’architettura, assieme all’ermetismo, l’alchimia, l’astrologia, il collezionismo, ecc. ovvero tutte le componenti materiali e immateriali del nostro giardino formale, e non solo.

 

Sommario


7 Presentazione di Luigi Zangheri

11 Introduzione

13 Cap. I. Alchimia, magia e astrologia alla corte dei Medici

41 Cap. II. Il Palazzo di Via Larga: una simbolica dimora

51 Cap. III. L’Accademia Platonica e Marsilio Ficino

57 Cap. IV. L’Accademia Platonica nella Villa di Careggi

61 Cap. V. Una dimora filosofale: la Villa di Poggio a Caiano

67 Cap. VI. I segreti di Cosimo I
Il percorso sapienzale della Villa di Castello
I segreti alchemici di Palazzo Vecchio
Le geometrie simboliche dell’Orto Botanico di Pisa
Piante e astri nell’Orto Mediceo Fiorentino
I simboli e arcani nel Giardino di Boboli
La Grotta di Madama: un luogo dedicato alle ninfe

105 Cap. VII. Francesco I e la passione per l’alchimia.
La Grotta Grande a Boboli
Lo stanzino dei sogni
Il Parco di Pratolino: il sogno di un principe alchimista
La tribuna degli Uffizi: il tempio celeste
 
175 Cap. VIII. Don Antonio de’ Medici: il principe alchimista

181 Cap. IX. . Don Giovanni de’ Medici e la simbolica
Cappella dei Principi

189 Cap. X. Carlo de’ Medici e la Villa di Careggi

199 Cap. XI. Cosimo II e l’Isola di Venere

211 Cap. XII. Giovan Carlo de’ Medici e le delizie in villa
Palazzo Pitti e le arcane suggestioni della Muletta


225 Cap. XIII. Ferdinando II, gli astri e le virtù medicee

231 Cap. XIV. Leopoldo de’ Medici e le filosofiche sperimentazioni

237 Fonti
240 Bibliografia.
247 Indice dei nomi
253 Indice dei luoghi
 

 






Paola Maresca, architetto è nata a Firenze dove vive e lavora. Entrando nella redazione della rivista Psicon, diretta da Eugenio Battisti sviluppa il suo interesse per il simbolismo nell’architettura. È autrice di numerosi saggi su libri tra i quali: Lo Stanzino del Principe in Palazzo Vecchio (1980), Firenze. La cultura dell’utile(1984), Alla scoperta della Toscana lorenese. Architettura e bonifiche (1984), La fortuna degli Etruschi (1985), Il giardino romantico (1986), Il concerto di statue (1986), Gli Orti di Parnaso (1989) e articoli su riviste specializzate quali Psicon e Arte dei Giardini. Storia e Restauro. Da alcuni anni in funzione del compito istituzionale del proprio Ufficio si occupa di beni culturali partecipando anche a convegni in Italia e all’estero su questo tema. Ha pubblicato “Boschi sacri e giardini incantati”(1997), “Giardini incantati, boschi sacri e architetture magiche” (2004), “Giardini, mode e architetture insolite”(2005), “Giardini, donne e architetture”(2006), “Giardini simbolici e piante magiche”(2007), Simboli e segreti nei giardini di Firenze (2008) e Orti e piante magiche (2009). Dirige inoltre i Quaderni “Giardino e Architettura”.